Caperea marginata

Caperea marginata Balena Caparea Mysticeti Neobalaenidae
                                                                 
Caperea marginata: Caperea
Unica specie della famiglia Neobalaenidae e il più piccolo dei misticeti. Si vede raramente in mare e gli avvistamenti confermati sono molto pochi. + difficile distinguerla dalla balenottera minore, ma vi sono delle differenze ben visibili: la caperea ha una mandibola fortemente arcuata e molte balenottere minori hanno bande bianche caratteristiche sulle pinne pettorali. Le altre balene, molto più grosse della caperea, hanno in comune con essa la bocca fortemente arcuata, ma la caperea ha la pinna dorsale, possiede pinne pettorali di forma molto diversa, ha un corpo più affusolato e la testa è più piccola rispetto alle dimensioni complessive. A causa della scarsità di informazioni è impossibile stimarne il numero di esemplari esistenti, ma pu= essere più comune di quanto gli sporadici avvistamenti fanno supporre.

Lunghezza: 5,5-6,5 m Peso: 3-3,5 tonnellate

Classificazione scientifica:
Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Classe: Mammalia
Ordine: Cetacei
Sottordine: Mysticeti
Famiglia: Neobalaenidae
Genere: Caperea
Specie: Caperea marginata Gray, 1846

Poco visibile in mare, con soffio piccolo e indistinto. Trascorre generalmente solo pochi secondi per volta alla superficie. Non sono stati osservati breaching e lobtailing. Emerge come la balenottera minore, slanciando il muso fuori dall'acqua, ma, a differenza di questa, tiene sommersi pinna dorsale e dorso. Quando il muso emerge, si pu= osservare una chiazza bianca
(la mandibola o le gengive). Non fa emergere mai completamente la pinna caudale. Generalmente nuota lentamente, con uno stile inconsueto e ondeggiante, con onde di movimento che percorrono l'intero corpo, ma è in grado di compiere rapide accelerazioni. Un numero limitato di osservazioni sembra far supporre che il tempo di immersione vari tra 40 secondi e 4 minuti. + stata osservata in compagnia di globicefali, balenottere boreali e balenottere minori.

+ nota prevalentemente da spiaggiamenti ampiamente distribuiti, particolarmente in Nuova Zelanda, Australia meridionale e Sud Africa, ma le informazioni disponibili sono poche. La maggior parte delle segnalazioni sono tra 31 e 52 S, anche se ve ne è una nella Terra del Fuoco, sulla punta più a sud dell'America meridionale, a 55 S. Il vero limite sembra rappresentato dalla temperatura delle acque superficiali, che deve essere compresa tra 5 e 20 C. I giovani possono migrare verso acque prossime a riva durante la primavera e l'estate. Alcune popolazioni almeno sono stanziali, per esempio in Tasmania. La maggior parte delle osservazioni è stata fatta in baie protette e poco profonde, ma diversi individui sono stati avvistati in mare aperto.