Graptemys versa

Graptemys versa Tartaruga carta geografica Tartaruga Emydidae
                                                                 
Graptemys versa: Tartaruga carta geografica del Texas: Rettile acquatico della famiglia Emydidae.

Classificazione scientifica:
Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Subphylum: Vertebrata
Infraphylum: Gnathostomata
Classe: Sauropsida (Reptilia)
Sottoclasse: Anapsida
Ordine: Testudines
Famiglia: Emydidae
Genere: Graptemys
Specie: Graptemys versa Stejneger, 1925

Si tratta di tartarughe acquatiche che raramente si avventurano sulla terraferma se non per la deposizione delle uova. Le dimensioni variano a seconda del sesso: in esemplari adulti possono andare da 8 a 10 cm per i maschi, da 12 a 15 cm per le femmine, ma in cattività difficilmente raggiungono tali dimensioni.

In natura vivono nei fiumi e nei laghi del sud est degli Stati Uniti e soprattutto in specifiche zone del Texas dalle quali sembrano aver origine. Come tutte le Emydidae sono onnivore anche se nei primi anni di vita prediligono un'alimentazione carnivora, si adattano con l'avanzare del tempo ad un giusto equilibrio paritario tra cibo animale e vegetale.

Sono tartarughe diurne e sono attive dalla primavera all'autunno. Con l'abbassarsi delle temperature, verso ottobre, rallentano il loro metabolismo e cadono in letargo sul fondo fangoso del corso d'acqua dove vivono. Con l'arrivo della primavera riacquistano pian piano la loro attività e verso la fine di Maggio inizia la stagione degli accoppiamenti. Verso luglio le femmine depongono la prima volta (si calcolano, in media, tre deposizioni l'anno per un totale di uova che si aggira intorno a 30). Gli individui maschili risultano essere sessualmente attivi già a partire dal secondo anno di vita, mentre quelli femminili intorno al terzo anno.

Riscuote sempre più ampi consensi da parte degli appassionati in quanto si tratta della specie che raggiunge, una volta adulta, le dimensioni più piccole tra tutta la sua famiglia e quindi risulta di facile allevamento all'interno di terracquari. Proprio per questo motivo è comparsa sul mercato sostituendo sempre più le sue "cugine" che vantano dimensioni di gran lunga maggiori.