Trachemys stejnegeri

Trachemys stejnegeri Tartaruga domenicana Tartaruga Emydidae
                                                                 
Trachemys stejnegeri: Tartaruga domenicana o Jicotea: Rettile appartenente all' ordine delle testuggini.

Classificazione scientifica:
Dominio: Eukaryota
Regno: Animalia
Sottoregno: Bilateralia
Phylum: Chordata
Subphylum: Vertebrata
Infraphylum: Gnathostomata
Superclasse: Tetrapoda
Classe: Reptilia
Ordine: Testudines
Famiglia: Emydidae
Genere: Trachemys
Specie: Trachemys stejnegeri Schmidt, 1928

Sottospecie:
Trachemys stejnegeri ssp. malonei o tartaruga di Inagua (Barbour and Carr, 1938), Inagua, Florida (intr.)
Trachemys stejnegeri ssp. stejnegeri o tartaruga portoricana (Schmidt, 1928), Bahamas, Hispaniola, Porto Rico
Trachemys stejnegeri ssp. vicina o tartaruga d'Hispaniola (Barbour & Carr, 1940), Hispaniola, Santo Domingo, Repubblica Dominicana

Il carapace è prevalentemente marrone o verde oliva, dentellato posteriormente e misura tra i 18 cm e i 27 cm. Il capo non è maculato nella parte superiore ma ha una frangia di colore rosso-bruno e righe gialle che delineano il timpano tra gli occhi ed il collo.

Il riconoscimento del sesso avviene attraverso l'individuazione dei caratteri sessuali secondari. la coda del maschio è lunga, robusta e grossa alla base, unghie molto sviluppate e carapace appiattito. La femmina ha coda e unghie corte e carapace bombato.

Presente a Cuba, Bahamas, Haiti, Porto Rico e Santo Domingo, introdotta in Florida nel 1946. A Porto Rico sono state censite colonie di Jocotea nella laguna Tortuguero (tra Vega Baja e Manatİ), nel parco naturale di Humacao, nel Ca±o Tiburones, nei canali di irrigazione nell'area di Gußnica, negli stagni naturali ed artificiali in Isabela e nel Bosco di Pi±ones presso Loİza.

Il loro habitat preferito sono i laghi, gli stagni e i fiumi dal corso d'acqua lento e fangoso con abbondanza di piante acquatiche. D'estate al prosciugarsi delle pozze d'acqua scavano delle buche nel fango o si riparano nei boschi o nell'erba alta.

Come molte tartarughe del genere Trachemys, la T.stejnegeri è onnivora e da adulta si ciba di piante acquatiche, di invertebrati e di piccoli animali. I giovani esemplari sono prevalentemente carnivori.

I maschi durante il corteggiamento adottano la tipica ritualità delle Trachemys vibrando le zampe anteriori innanzi il muso della femmina. Le deposizioni delle uova avvengono tra aprile e luglio con schiuse tra luglio e settembre. Alla nascita il carapace dei giovani esemplari è lungo intorno ai 3 cm ed è, rispetto agli adulti, più arcuato e con colorazione più brillante.

La Jicotea è minacciata soprattutto per fattori antropogenici quali la distruzione dell'habitat naturale e l'uccisione per usi alimentari. Nell'isola di Hispaniola i pescatori locali catturano con gran facilità soprattutto le femmine quando escono dall'acqua per deporre le uova. Si stima che nell'isola di Inagua siano rimasti solo 2000 esemplari di T.s.malonei in piccoli laghetti e pozze artificiali.