Home          

Gorilla orientale Gorilla beringei Hominidae
Gorilla beringei: Gorilla orientale
Specie della famiglia delle scimmie antropomorfe Hominidae.

Classificazione scientifica
Dominio: Eukaryota
Regno: Animalia
Sottoregno: Eumetazoa Bilateria
Superphylum: Deuterostomia
Phylum: Chordata
Subphylum: Vertebrata
Infraphylum: Gnathostomata
Superclasse: Tetrapoda
Classe: Mammalia
Sottoclasse: Theria
Infraclasse: Eutheria
Superordine: Euarchontoglires
(clade): Euarchonta
Ordine: Primates
Sottordine: Haplorrhini
Infraordine: Simiiformes
Parvordine: Catarrhini
Superfamiglia: Hominoidea
Famiglia: Hominidae
Sottofamiglia: Homininae
Genere: Gorilla
Specie: Gorilla beringei Matschie, 1903

Si conoscono due sottospecie: Gorilla beringei graueri, Gorilla beringei beringei.

Il gorilla orientale è il più grande primate vivente. I maschi, notevolmente più grossi, possono pesare 225 kg in natura e molto di più in cattività. Tra le caratteristiche di questa specie vi è la colorazione nera del pelo, che diviene però grigio con l∆età. I gorilla di montagna hanno il pelo notevolmente più lungo.

I gorilla di montagna si nutrono soprattutto di foglie ed erba. Quelli di pianura si nutrono anche di frutta (25% della dieta) e a volte di insetti (tra i quali preferiscono le formiche).
I gorilla orientali vivono nella Repubblica Democratica del Congo, di Uganda e Ruanda.
Tra le due specie di gorilla è quella a più elevato rischio di estinzione, essendo ridotta a circa 16000 esemplari, quasi tutti della sottospecie di pianura.
La sottospecie di montagna è rappresentata da circa 650 individui, che vivono in parte nel Parco nazionale impenetrabile di Bwindi e in parte in una piccola zona presso il triplo confine di Uganda, Ruanda e Repubblica Democratica del Congo.

Animale grande e possente, dal caratteristico pelo nero e folto. Nonostante la mole e l'aspetto imponente, i gorilla sono animali relativamente pacifici e tranquilli. Molto raro vederli su due zampe: per lo più si trovano in posizione clinograda (inclinata in avanti), ed hanno una caratteristica andatura, camminano sulle nocche. I gorilla femmina e i giovani maschi si costruiscono un nido fra i rami più robusti degli alberi,ma spesso non a grandi altezze. I maschi adulti (detti Silverback per il color argento della schiena) invece trascorrono la maggior parte del tempo a terra, non temendo alcun pericolo, a guardia degli alberi dove vivono gli altri membri del branco. Questo atteggiamento è distintivo dei maschi adulti, ed è considerata all'interno del branco una manifestazione di potere.

Il gorilla è dotato di una notevole intelligenza, che lo rende probabilmente il quarto animale intellettualmente più dotato, dopo l'uomo, lo scimpanzé e il delfino.[senza fonte] Un gorilla diventato famoso per la sua intelligenza è Koko, allevata dai ricercatori Penny Patterson, Carl Pribram, Saul Kitchener e Roger Fouts,che è in grado di esprimersi a gesti e di usare diversi oggetti umani.

In natura i gorilla hanno ben pochi nemici, grazie alla loro immensa forza, con cui possono opporsi a quasi tutti i possibili predatori. Talvolta i leopardi possono cacciare i cuccioli di gorilla, o anche le femmine, ma è raro che possano avere la meglio su un maschio adulto.

L'altezza media dei maschi adulti si aggira intorno ai 165-175 cm, e il peso intorno ai 140-204.5 kg. Le femmine adulte sono spesso di metà stazza rispetto a un "silverback": la loro altezza si aggira intorno ai 140 cm, e il peso intorno ai 100 kg. Eccezionalmente, è stato individuato un silverback di oltre 183 cm e 225 kg di peso. Talvolta in cattività i maschi adulti possono raggiungere dimensioni superiori, come nel caso di un gorilla obeso che ha registrato un peso pari a 270 kg.

I gorilla sono animali sociali, che vivono in branchi composti in media da una decina di esemplari. A capo del gruppo vi è di solito un possente maschio "silverback" cioè dalla schiena d'argento, che guida il branco nei suo spostamenti attraverso la foresta e difende gli altri membri dal gruppo da eventuali attacchi.

La locomozione è in genere quadrupede e avviene poggiando a terra le nocche degli arti anteriori.

La longevità è compresa tra 30 e 40 anni in natura e può arrivare a 50 anni in cattività.

I gorilla vivono in alcune zone dell∆Africa equatoriale. Gli areali delle due specie, rappresentati dalle macchie rosse in figura, sono ad almeno 750 km di distanza.

I gorilla occidentali vivono in un areale di circa 710.000 km¶ che comprende parti di Nigeria, Camerun, Repubblica centrafricana, Guinea Equatoriale, Gabon, Repubblica del Congo, Angola e l'estremità occidentale della Repubblica Democratica del Congo. I gorilla orientali vivono in una zona più ristretta, di circa 112.000 km¶, che comprende parti dell'estremità orientale della Repubblica Democratica del Congo, di Uganda e Ruanda